Barbatrucco.com

La tua guida per risolvere i problemi, con un barbatrucco!

Come far brillare il vecchio argento

Posted by Giancarlo Spadini on aprile 5, 2013

Cominciamo prendendo atto di un evento comune in casa: se avete dell’argenteria, vi sarete accorti che tende ad annerirsi.
Questo è dovuto al fatto che l’argento si ossida. Nell’ossidazione l’ossigeno sottrae elettroni al metallo: le macchie nere sono infatti tracce di ossido d’argento.
Per lo stesso motivo appaiono macchie nere sui vecchi specchi che venivano realizzati con una sottile pellicola d’argento.

Alluminio e sale. Per ristabilire la lucentezza bisogna innescare il fenomeno opposto all’ossidazione che, in chimica, si chiama riduzione.
Come? Trovando un metallo che si faccia ossidare dall’argento e che quindi gli regali un elettrone.
Il migliore a nostra disposizione è sicuramente l’alluminio.
Basta prendere una bacinella d’acqua calda e immergervi una posata d’argento ossidata.
Poi aggiungiamo dell’alluminio nella soluzione. La scelta migliore sarebbe usare l’alluminio in polvere, che si può trovare nei negozi di vernici. Ma anche i classici fogli d’alluminio da cucina vanno bene, la reazione sarà solo più lenta perché quei fogli sono solitamente ricoperti da una pellicola.
Aggiungiamo anche del sale da cucina nella bacinella per migliorare la conducibilità elettrica dell’acqua.

Ed ecco che il cucchiaio o la forchetta d’argento tornano come nuovi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *